Azienda Sanitaria Locale Roma H - Regione Lazio
 
 
  •  Le Garanzie
  •  Ospedali » Gli Ospedali » Albano Laziale » Anzio » Ariccia » Frascati » Genzano » Marino » Velletri
  •  Distretti » I Distretti » Distretto Sanitario
   H3
  •  Dipartimenti Sanitari » Dipartimenti » Dip. Salute mentale » Dip.Integr.e Mat.Inf » Dip.del Farmaco » Dip. Prevenzione » Dip. di Emergenza » Dip. Servizi
   Diagnostici Amb.
» Dip. Oncologico
   e degli Screening
» Dip. Scienze
   Mediche
» Dip. Area Scienze
   Chirurgiche
» Risk Management » Comitato controllo
   infezione correlate
   assistenza
» Progetto Dioniso
  •  Servizi » Emergenze » Farmacie » Ambulatori » Studi medici » Trapianti
  •  Avvisi Utili » Avvisi » Avvisi al cittadino » Ferie e Turni
   Farmacie
» Assistenza farmaceutica
territoriale   
  •  Carta dei Servizi
  •  Modulistica » Anagrafe canina » Esenzione ticket » Donazioni organi » Vidimazione
  registro infortuni
» Deroga per locale seminterrati e minore altezza » Ricorso contro
  i giudizi medici
 
  •  Elenco PEC Asl
  •  PEC: scrivi alla Asl
  •  Albo delibere
      L.69/2009
  •  Albo determinazioni
      L.69/2009
 
  •  Servizi Digitali

  •  Bilanci d'Esercizio
  •  Amministrazione
       Trasparente
  •  Farmacovigilanza
       Dispositivo Vigilanza
  •  Comunicati stampa
  •  Giornale aziendale
  •  Canale YouTube
 
  •  Appropriatezza
       Prescrittiva
  •  Avviso
       elenco avvocati
  •  Concorsi e bandi
  •  Corsi
  •  Tirocini » Elenco convenzioni » Regolamento
   frequenze
   volontarie e tirocini
» Strutture territoriali
  •  Corsi di Laurea
 
  •  Lettere al Direttore
  •  Lettere all'URP
 
  •  Punti di eccellenza
  •  Soggetti Fragili
  •  Strutture private
  •  Volontariato
 
  •  Link Istituzionali
  •  Albo Fornitori
 
  •  Continuita'
       assistenziale
 
Acqua potabile: Livello di Arsenico
Malattie Rare
SOGGETTI FRAGILI
Unità Valutive Alzheimer (UVA) Lungodegenza, RSA, Hospice Case di Riposo e Comunità Allogio Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD)
Strutture Riabilitative Formazione in ADI dimissioni protette Educazione Sanitaria


LUNGODEGENZA, RSA, HOSPICE


POSTI LUNGODEGENZA / RSA nella ASL Roma H (a.l.= alto livello, m.l.= medio livello, b.l. = basso livello)
STRUTTURA LUNGOD. RSA SENESC. RSA DISAB. DISTR. SEDE TELEFONO
San Raffaele Rocca di Papa 60 80 a.l. 0 H1 Rocca di Papa 06.9428601
Poligest Villa delle Querce 297 160 a.l. 0 H2 Nemi 06.9368285
S. Giovanni di Dio 0 26 a.l. 16 m.l. 10 b.l. 26 a.l. 26 m.l. 16 b.l. H2 Genzano 06.937381
Mater Dei 0 90 a.l. 0 H2 Ariccia 06.9322897
Villa Nina 80 60 alto liv. 0 H3 Frattocchie 06. 93546035
S. Raffaele Velletri 60 58 a.l. 0 H5 Velletri 06.961041
Angeli Custodi 0 100 a.l. 0 H6 Nettuno 06.9880740
Merinvest Villa dei Pini 90 60 a.l. 0 H6 Anzio 06.9865111
La Teresiana 0 60 b.l. 20 a.l. 0 H6 Anzio 06.9848069
Villa Gaia 0 70 a.l. 0 H6 Nettuno  
RI.REI. 0 0 30 H6 Lavinio (Anzio) 06.55182406

MODALITA’ DI ACCESSO ALLE CASE DI CURA PER LUNGODEGENZA / RSA

L’accesso alle Case di cura di Lungodegenza dall’ospedale è regolato dalle Unità Valutative Ospedaliere (trasferimento dai reparti per acuti). Lo stesso accesso dal domicilio, come anche quello in RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali) è regolato dalle Unità Valutative Multidisciplinari dei CAD (Centri assistenza domiciliare) distrettuali .

  • La proposta dal domicilio va redatta dal Medico di famiglia sul modulo unico di attivazione del CAD.
  • L’istruttoria prima del rilascio del parere al ricovero deve prevedere l’acquisizione della dichiarazione sostitutiva unica ISE – ISEE ottenuta dall’utente (o chi per lui) presso il proprio comune o presso CAF riconosciuto.
  • Il parere, indicherà l’entità della quota utente spettante, parametrata in base al reddito annuale ISEE, tenuto conto delle fasce indicate nella DGR 98/07 (vedi appresso).
  • Per il nuovo parere va utilizzato il nuovo modello di parere per RSA

Per le RSA è previsto il pagamento di una “quota utente” proporzionale alla situazione economica sua e del nucleo familiare. La quota giornaliera a carico dell’utente è calcolata in base all’INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE)

Indicatore della Situazione Economica Equivalente
Modello dichiarazione sostitutiva unica
Foglio allegato della dichiarazione sostitutiva unica

MODALITA’ DI RIPARTIZIONE DELLA DIARIA FRA UTENTE E SERVIZIO SANITARIO REGIONALE (DGR n. 173/08)

Il reddito annuale ISEE viene calcolato per nucleo familiare e per la persona anziana che intende usufruire del servizio, unitamente all’eventuale coniuge.

Reddito annuale ISEE = o > 13.000 (tredicimila) €
• Quota a carico dell’assistito (senza concorso del comune territorialmente competente) = 50%
• Quota a carico del FSN = 50%

Non è previsto il concorso del comune di residenza dell’assistito

Reddito annuale ISEE < 13.000 (tredicimila) €
• Quota a carico dell’assistito (senza concorso del comune territorialmente competente) = 50%
• Quota a carico del FSN = 50%

NOTA:

Il comune di residenza dovrà dichiarare su apposito certificato la quota di copertura economica, stimando l’entità del contributo utente a seconda delle scelte dell’Ente stesso e facendo sottoscrivere l’eventuale impegno di spesa integrativo (se dovuto) all’interessato o a chi per lui. Detto certificato verrà allegato al certificato rilasciato dalla UVM, il quale autorizza alla presa in carico in RSA.

Il modulo certificato da redigere a cura del CAD di residenza è stato modificato nel senso indicato.

Si precisa inoltre che il predetto certificato (autorizzativo) può essere rilasciato unicamente dal CAD di residenza dell’assistito. Pertanto in caso di domiciliazione fuori del territorio di competenza, la valutazione viene effettuata in delega a cura dei servizi locali (territoriali od ospedalieri) con l’uso degli stessi strumenti standardizzati, mentre il certificato autorizzativo è rilasciato dal CAD di residenza. Naturalmente, quando si effettua VMD in delega si dovrà inoltrare al richiedente esclusivamente l’esito della stessa trasmettendo compilato il modello di VMD (sanitaria!) già in uso, completo delle conclusioni a riguardo dell’intervento ritenuto più opportuno, lasciando l’acquisizione delle informazioni sociali e la eventuale autorizzazione al CAD di residenza dell’assistito.



ELENCO HOSPICE NELLA ASL ROMA H
STRUTTURAUBICAZIONESERVIZIO RESIDENZIALESERVIZIO DOMICILIARETELEFONO
San Raffaele
Rocca di Papa
Rocca di Papa via Ariccia 16 (Rm)sisi069428601
San Raffaele di VelletriVelletri via dei Laghi (Rm)sisi06961041

MODALITA’ DI ACCESSO IN HOSPICE

La presa in carico da parte dell’Hospice è condizionata Ad una richiesta effettuata

  • dal MMG / PLS
  • da un Medico Ospedaliero
  • dalla UVM di un CAD laddove la segnalazione, pervenuta in primis a quest’ultimo livello organizzativo, è stata poi dirottata verso l’hospice stesso dietro un parere di appropriatezza del tipo di intervento sanitario.

La proposta deve contenere tutte le informazioni utili a valutare l’appropriatezza dell’accesso in hospice, meglio se redatta su apposito modello. Essa deve essere autorizzata dal CAD competente in relazione alla residenza dell’assistito, tuttavia, trascorse 12 ore senza che il CAD abbia espresso parere la struttura può prendere in carico il caso.


© 2014 - ASL RMH - sede legale: Via Borgo Garibaldi, 12 - 00041 Albano Laziale (RM) - Partita I.V.A. e Codice Fiscale: 04737811002